Regione Piemonte

Addizionale comunale all'IRPEF

Ultima modifica 16 novembre 2017

Informazioni generali

L’aliquota dell’addizionale comunale all’Irpef è pari allo 0,8%; con Regolamento approvato in data 30 marzo 2012 con deliberazione del Consiglio Comunale n. 28, è stata stabilita una soglia di esenzione pari o inferiore a € 15.000,00 di imponibile IRPEF, fino a concorrenza della quale non è dovuta l’addizionale al Comune; i redditi che superano la soglia, sono interamente assoggettati ad imposizione.
Si evidenzia che l’art. 1, comma 4, del D. Lgs. 360/1998, stabilisce il pagamento dell’addizionale comunale solo se è dovuta l’IRPEF al netto delle detrazioni d’imposta applicabili (consultare le istruzioni ministeriali sull’argomento).

Modalità di pagamento acconto

L’acconto è pari al 30% dell’addizionale ottenuta applicando l’aliquota dell’anno in corso al reddito imponibile dell’anno precedente. In caso di mancata pubblicazione, entro il 15 febbraio, della delibera di variazione dell’aliquota per l’anno in corso, il versamento in acconto è determinato applicando al reddito imponibile dell’anno precedente l’aliquota deliberata per l’anno precedente. Il versamento è effettuato tramite modello F24.
L’acconto deve essere versato in unica soluzione, entro il termine previsto per il saldo dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, ma può essere versato anche ratealmente, ed in tal caso, sugli importi rateizzati, sono dovuti gli interessi.

Sostituti d’imposta per redditi di lavoro dipendente ed assimilati

È trattenuto mensilmente in un numero massimo di 9 rate da marzo a novembre, da versarsi entro i termini previsti dal versamento unificato tramite mod. F24. Per gli Enti pubblici e le Amministrazioni Centrali e Periferiche dello Stato si applicano le disposizioni previste dal D.M. 5 ottobre 2007.

Saldo

È determinato applicando al reddito imponibile definitivo dell’anno, qualora superi la soglia di esenzione prevista, l’aliquota deliberata e sottraendo i versamenti effettuati a titolo di acconto; è indirizzato al Comune di domicilio fiscale alla data del 1° gennaio dell’anno cui si riferisce. Il versamento è effettuato tramite modello F24.

Documentazione