Regione Piemonte

Legalizzazione di fotografia

Ultima modifica 18 gennaio 2018

Settore Servizi alla Persona - Ufficio Anagrafe

Responsabile del procedimento, recapito telefonico e indirizzo di posta elettronica istituzionale

Rosanna Panebarco - tel. 0118228040 - rosanna.panebarco@comune.sanmaurotorinese.to.it

Dirigente responsabile

Dott.ssa Silvia Cardarelli

Descrizione del procedimento e riferimenti normativi

La legalizzazione di fotografia è l’attività con cui si accerta la corrispondenza tra la fotografia ed i dati anagrafici di una determinata persona.
Serve per ottenere il rilascio di documenti personali (passaporto, licenze di caccia, licenza di pesca, porto d’armi ecc.).
Per ottenere la legalizzazione di foto occorre che si presenti la persona interessata con un documento di identificazione personale.
Non è necessario né essere italiani né essere residenti. La normativa di riferimento è il D.P.R. 445/2000.

Termine per l'adozione del provvedimento finale

Il rilascio della legalizzazione di fotografia è immediato.

Soggetto cui è attribuito, in caso di inerzia del dirigente responsabile , il potere sostitutivo di adozione del provvedimento finale, modalità per attivare tale potere

Segretario Generale Dott. Gerardo Birolo - Telefono 0118228019 - mail: gerardo.birolo@comune.sanmaurotorinese.to.it
Il potere di intervento sostitutivo viene attivato rivolgendo richiesta scritta da inoltrarsi all’indirizzo di posta elettronica sopra riportato.

Atti e documenti da allegare all'istanza, modulistica e fac-smile autocertificazioni

  • Una fotografia recente
  • Un documento d’identificazione del richiedente

Ufficio competente

Ufficio Anagrafe Via Martiri della Libertà 150 - dal lunedì al venerdì dalle ore 08.30 e le 12.30 e il lunedì e il mercoledì dalle ore 16.00 alle ore 18.00, telefono 011/8228035 - 011/8228034 - e-mail: ufficio.anagrafe@comune.sanmaurotorinese.to.it - pec: anagrafe@cert.comune.sanmaurotorinese.to.it

Costi e modalità per effettuare i pagamenti

La legalizzazione di fotografia è esente dal bollo e soggetta al pagamento del solo diritto di segreteria pari ad € 0,26.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale riconosciuti dalla legge a favore dell'interessato

Avverso il rifiuto di rilasciare la legalizzazione di fotografia è previsto ricorso al Prefetto di Torino nel termine di trenta giorni dalla data della notifica del provvedimento definitivo dell’Ufficiale d’Anagrafe.
Contro gli atti del Prefetto è possibile proporre ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale competente entro il termine di 60 giorni dalla notifica oppure, ricorso straordinario al Capo dello Stato per soli motivi di legittimità entro 120 giorni dalla notifica.