Regione Piemonte

Richiesta contributi a valere sul Fondo Nazionale di Sostegno alla Locazione

Ultima modifica 18 gennaio 2018

Settore Servizi alla persona - Ufficio Casa

Responsabile del procedimento, recapito telefonico e indirizzo di posta elettronica istituzionale

Eugenio Monticone - tel. 0118228024 - affari.sociali@comune.sanmaurotorinese.to.it

Dirigente responsabile

Dott.ssa Silvia Cardarelli

Descrizione del procedimento e riferimenti normativi

Le Legge n. 431 del 1998 ha istituito il Fondo Nazionale di Sostegno alla Locazione che eroga contributi a totale/parziale rimborso del canone annuo dovuto e effettivamente  corrisposto dal conduttore  in locazione di alloggio di edilizia privata ad uso abitativo in forza di regolare contratto registrato. I tempi e i requisiti di partecipazione e ammissione al Fondo sono fissati per ogni anno locatizio  con provvedimento del Ministero dei Lavori Pubblici anche in relazione alle risorse statali disponibili.
La Regione Piemonte integra poi i detti requisiti sulla base delle esigenze territoriali e determina ulteriormente  nel dettaglio i tempi e modi di partecipazione e ammissione al Fondo, a cui i Comuni - cui è attribuito il compito di ricevere le istanze, di istruirle e di accertare il fabbisogno contributivo di ciascun richiedente - dovranno attenersi. 
Il Comune previa pubblicità dell’indizione del bando di concorso al Fondo Nazionale di Sostegno alla Locazione, ricevute e istruite le istanze, con determina dirigenziale ammette gli aventi diritto e ne invia il fabbisogno alla Regione Piemonte, che in un tempo non prefissato erogherà infine il contributo attraverso i Comuni stessi.
In linea di massima il Fondo è finalizzato a sostenere i conduttori più deboli dal punto di vista socio - economico.

La materia è regolata dalle seguenti fonti normative: art.11 della Legge 431/1998.

Termine per l'adozione del provvedimento finale

Il procedimento per l’accoglimento o l’eventuale rigetto dell’istanza è concluso entro i termini previsti  dalla deliberazione comunale di indizione del bando di concorso.

Soggetto cui è attribuito, in caso di inerzia del dirigente responsabile, il potere sostitutivo di adozione del provvedimento finale, modalità per attivare tale potere

Segretario Generale Dott. Gerardo Birolo - Telefono 0118228019 - mail: gerardo.birolo@comune.sanmaurotorinese.to.it
Il potere di intervento sostitutivo viene attivato rivolgendo richiesta scritta da inoltrarsi all’indirizzo di posta elettronica sopra riportato.

Atti e documenti da allegare all'istanza, modulistica e fac-simile di autocertificazione

  • copia della Carta di identità del dichiarante a corredo delle autocertificazioni circa gli estremi del  contratto di locazione in essere nell’anno cui si riferisce il bando e regolarmente registrato nonché delle eventuali ulteriori situazioni rilevanti ai fini dell’ammissione o della misura del contributo (es: misura del canone corrisposto; stati di disoccupazione o decorrenza del licenziamento ecc.)
  • certificato di invalidità ove dedotta
  • Il Modulo di istanza è scaricabile dal sito internet di questo Comune  poco prima dell’apertura del bando

Ufficio competente

L’istanza va presentata all’Ufficio Casa di S. Mauro T.se - Via Martiri della Libertà 150 - telefono 011/8228025 - e-mail: ufficio.casa@comune.sanmaurotorinese.to.it nel periodo fissato di volta in volta nella deliberazione della Giunta comunale.

Costi e modalità per effettuare i pagamenti

Non sono previsti costi.

Strumenti di tutela amministrativa e giurisdizionale riconosciuti dalla legge a favore dell'interessato

Avverso la determina dirigenziale, che rigetta o accoglie parzialmente  l’istanza di ammissione al contributo  è ammesso ricorso giurisdizionale, con l’obbligatoria assistenza di un legale,  al Tribunale Amministrativo Regionale per il Piemonte, Corso Stati Uniti, 45, Torino entro 60 giorni dalla pubblicazione della stessa determinazione, oppure, in alternativa, va proposto ricorso straordinario al Capo dello Stato entro 120 giorni decorrenti dal medesimo termine.